Il FilmmakerDay è ospitato dal cinema Greenwich Village di Torino con sede in Via Po, 30. 

Tra i titoli si segnalano il corto "A gentle night" vincitore della Palma d'Oro a Cannes e "In the Hills" in selezione ufficiale allo scorso Sundance di Robert Redford ed al Toronto International Film Festival.  Inoltre numerosi film italiani con gli autori presenti in sala.

Una giornata all'insegna del buon cinema indipendente. Una vetrina importante per gli autori ed un'opportunità per il pubblico di assistere e di confrontarsi con i vari linguaggi.

L'INGRESSO AL PUBBLICO E' COMPLETAMENTE GRATUITO.

E' POSSIBILE PRENOTARE IL PROPRIO POSTO A SEDERE IN SALA TRAMITE IL PULSANTE SOTTOSTANTE

Programma Proiezioni

iCaro

h. 13.00 – Icaro
(2016, Brasile, Carla Shah, 11', NO dialoghi)

Basato sulla tragedia greca di Icaro, l’adattazione moderna brasiliana indaga sulla psicologia di un personaggio in trappola sia fisicamente che emotivamente.
Unendo danza e musica, questo film poetico rispecchia il desiderio di un personaggio che deve affrontare i labirinti della sua mente per superare la propria condizione.


 

FISHY STORY

h. 13.12 – Fishy Story
(2016, Germania, Aleksandra Szymanska, 15’, NO dialoghi)

Una storia surreale e grottesca sull’ amore e l’odio in una pescheria.
C’era una volta un uomo e una donna, Bubu e Lulu, due operai in una pescheria. Quando non erano a lavoro, vivevano felici in una casetta nel bel mezzo della foresta selvaggia. Mentre Bubu non mostrava altro interesse se non per Lulu tentando di realizzare ogni desiderio dell’amata, la donna aveva molte e spesso incostanti ambizioni artistiche. Un giorno dipingeva, il giorno seguente suonava il violoncello. I due viveano in armonia, finché un affascinante straniero tutto muscoli si presenta in pescheria.


 

Souls Dead

h. 13.30 – Souls Dead
(2016, Bielorussia, Victor Krasovskiy, 28’, V.O. con sott. it. )

Il direttore di un moderno centro di logistica, un uomo carismatico e con esperienza che ama l’ordine e la disciplina. Non sempre i comuni lavoratori (alcuni con disabilità) sono felici dei suoi metodi, specialmente in vista delle vacanze. Il direttore di un moderno centro di logistica, un uomo carismatico e con esperienza, affabile, intelligente e di successo, si ritrova improvvisamente proprietario dell’azienda. La sua attenzione si concentra sulla possibilità di profitto dell’azienda. Un evento inaspettato porta i protagonisti del film a mostrare le proprie peculiarità, invisibili a primo impatto.

.


 

Era Giovane e Aveva gli occhi chiari

h. 14.00 – Era Giovane e Aveva gli occhi chiari
(2017, Italia, Giovanni Mazzitelli, 87’, V.O. con sott. eng.)

"She was young with light eyes" descrive la crescita sentimentale di un uomo, o meglio, gli eventi contrastanti che lasciano un segno sulle sue emozioni. Il film, con ironia, fa sorridere e spinge lo spettatore in un turbinio di personaggi e situazioni al tempo stesso reali e surreali, nelle quali ognuno può riconoscere la sua parte di X (il protagonista).

 

 


 

I Tip My Hat

h. 15.30 – I Tip My Hat
(2017, Australia, Camilla Fantinati, 9’, V.O.)

Un uomo ubriaco con istinti suicidi vaga in una città apparentemente deserta. Dopo aver assistito ad un omicidio, affronterà il suo subconscio spezzato e tenterà scorgere la linea che separa la realtà dall’incubo. In una dimensione senza certezze, l’uomo sarà costretto a riconsiderare il suo approccio alla vita.

 

 

 


 

Eden

h. 15.42 – Eden
(2016, Portogallo, Ana Pio, 15', V.O. con sott. it.)

Nel 1974, in un seminario cattolico portoghese, un ragazzo impara a far sentire la sua voce e a battersi contro l’ingiustizia in una società basata sulla censura.

 

 

 

 


 

The children of the noon

h. 16.00 – The children of the noon
(2016, Italia, Diego Fiori, 81', V.O. con sott. it.)

“The Children of the Noon” affronta il tema universale della vita. Scandito da attività di routine, il tempo scorre per un gruppo di bambini e adolescenti in un orfanotrofio a Nchiru, piccolo villaggio del Kenya. È chiaro, ben presto, come le condizioni che orfani e poveri condividono non sono gli unici problemi ad unirli e a condizionare le loro giornate. La morte improvvisa di uno di loro rompe il ritmo amicizia e speranza.

 

 

 

 


 

Fried Barry

h. 17.22 – Fried Barry
(2017, Sud Africa, Ryan Kruger, 3', NO dialoghi)

Fried Barry è un tossico dipendente dall'eroina che trascorre le sue giornate gironzolando in un edificio abbandonato; in preda agli effetti della sua ultima dose, ripensa agli alti e bassi della sua vita e rivive vecchi ricordi.


 

Altre

h. 17.26 – Altre
(2016, Italia, Eugenio Villani, 16', V.O. con sott. eng.)

Ester desidera fortemente diventare madre. Tuttavia, in seguito ad una procedura chirurgica, Greta, suo medico e amica di sempre, le diagnostica una totale sterilità.
Quello che era un desiderio diventa ora un’ossessione ed Ester inizia ad avere rapporti occasionali sperando nel miracolo. In seguito ad uno di questi, alcuni sintomi e un test di gravidanza positivo le ridanno quella speranza che sembrava ormai perduta. Con un’esperienza simile alle spalle e l’impossibilità di avere figli, Greta diventa folle di gelosia quando viene a sapere della gravidanza di Ester: è disposta a tutto pur di far provare ad Ester ciò che lei ha provato in passato.


 

Autumn Memories

h. 18.05 – Autumn Memories
(2017, Repubblica Ceca, Ali Fakhr Mousavi, 94’, V.O. con sott. it.)

Alexander, uno scultore, fatica a superare la morte della moglie. Natasha, la sorella della defunta, lo aiuta in casa e ne è innamorata, seppur non corrisposta. Quando Alexander assume il musicista Tolya, un soldato ferito, inizia a non sentirsi più così solo. L’amicizia tra i due viene però distrutta dall’arrivo del rifugiato iracheno Ima a dalla gelosia di Natasha. Ima sta per subire un intervento per recuperare la vista e il risultato di questa operazione cambierà drammaticamente il destino dei protagonisti.


 

Breaker

h. 19.40 – Breaker
(2017, Giappone, Philippe McKie, 11’, V.O. con sott. it.)

Nella Tokyo del futuro, il corpo tecnologicamente avanzato di un giovane hacker mercenario è superato da un’arma dati dotata di coscienza. Ricercato, il parassita A.I. diventa il suo unico alleato in una città in cui è braccato da coloro che cercano di recuperarlo.


 

Ferruccio story of a (little) robot

h. 19.52 – Ferruccio story of a (little) robot
(2017, Italia, Stefano De Felici, 6’, V.O. con sott. eng.)

Duccio è un inventore per vocazione e nel suo laboratorio affronta un’eccezionale sfida. Grazie alla sua determinazione e ad un pizzico di magia, un corto circuito crea Ferruccio, un robot ottenuto dall’assemblaggio di apparecchi riciclati.


 

Sentieri di Fiume

h. 20.00 – Sentieri di Fiume
(2017, Italia, Alberto Sachero, 58’, V.O. con sott. eng.)

Un viaggio in canoa in solitaria dal centro di Torino, nell'Italia nord-occidentale, fino ai canali di Venezia, nel nord-est del Bel paese. Un viaggio di 650 km lungo le acque del fiume Po. Un viaggio pieno di emozioni, la scoperta di magnifici paesaggi, incontri curiosi con la gente che abita la rive del fiume, il passaggio attraverso meravigliose città d’arte.
Un viaggio silenzioso nel rumore della natura.


 

Vision

h. 21.22 - Vision
(2016, Italia, Caterina Frola, 12’, V.O. con sott. eng)

Sabrina, una giovane sarta, vive nella sua disordinata casa circondata da manichini, tessuti e mobili antichi. Questo ambiente caotico si contrappone all’ordine maniacale di cassetti e poltrone. Pierrecat è l’animae domestico con il quale condivide tutto: la vita privata, il lavoro, le gioie e le preoccupazioni. Madame Dusseux è la sua costumista, una donna dalla corporatura imponente che irrompe a casa di Sabrina un mattino presto. La visita inattesa di Madame Dusseux getta Sabrina nel panico. Cosa accadrà nella sua testa?


 

A Gentle Night

h. 21.35 – A Gentle Night
(2016, Cina, QIU Yang, 15’, V.O. con sott. it.)

In una città non definita della Cina, una madre, la cui figlia risulta dispersa, rifiuta di affrontare con cautela quella dolce notte.


 

Behold, such clown

h. 21.52 – Behold, such clown
(2017, Danimarca, Jacob Pilgaard, 25’, V.O. con sott. it.)

Durante il suo ultimo giorno di lavoro come clown in un ospedale, Elias fa i conti con il suo passato quando incontra una ragazzo in punto di morte. È un incontro, questo, che potrà forse redimerlo per i suoi errori.

 

 


 

New Neighbors

h. 22.18 – New Neighbors
(2017, Stati Uniti, E.G. Bailey, 9’, V.O. con sott. it.)

Fin dove si spingerebbe una madre per proteggere i suoi figli?
Selezionato al Sundance Film Festival 2017, “New Neighbors” racconta la storia di una madre e dei suoi due figli appena trasferiti in un nuovo quartiere. A causa delle numerose persone afroamericane vittime di aggressioni e omicidi, la donna è determinata a tenere la sua famiglia al sicuro. Un approccio unico ed intelligente al tema BLM (Black Lives Matter).


 

Binxêt - Under the border

h. 22.30 - Binxêt - Under the border
(2017, Italia, Luigi D'Alife, 93', V.O. con sott. eng)

Ambientato lungo i 911 km di confine tra Turchia e Siria, "Binxet - Under the border" è un viaggio tra la vita e la morte, tra la dignità e il dolore, tra il sacrificio e la libertà.


 

L’Ansia del Giallo

h. 00.25 – L’Ansia del Giallo
(2017, Italia, Viola Folador, 21’, V.O.)

Sam odia il giallo, il suo nome per intero e una lunga lista di altre cose, tra cui, se stessa.
La mattina in cui decide di morire trova una carillon giallo davanti alla sua porta e decide di darsi 24h di tempo per scoprire chi lo ha lasciato.
Si ritroverà ad aspettare un bus che sembra non passare mai, sotto una vecchia pensilina con due sconosciuti:
Lo stravagante Manfredi e il silenzioso collezionista di suoni, Timoteo.
La loro storia è raccontata da Victor, un vecchio scrittore con una fragile moglie che vuole trasformarsi in un pesce giallo, con le righe blu.


 

In the Hills

h. 00.48 – In the Hills
(2016, Inghilterra, Hamid Ahmadi, 21’, V.O.)

È la storia di un giovane immigrato nell’idillica campagna delle Cotswolds in Inghilterra che, per integrarsi in una società nuova, opta per un approccio del tutto radicale.


 

Duelos

h. 01.10 – Duelos
(2017, Spagna, Yolanda Román, 9’, V.O. con sott. it.)

Un bambino perde il suo animale domestico. Un uomo guarda sua moglie mentre combatte un toro impossibile da affrontare. Una coppia lancia l'asciugamani perché la loro lotta non finirà mai. Le tre storie con lo stesso fine: il tempo del duello.


 

Nero

h. 01.20 – Nero
(2017, Inghilterra , Natasza Cetner, 4’, NO dialoghi)

Quando Uomo scopre uno scrigno al cui interno dormono beatamente delle splendide creature, la sua attrazione comincia ad unirsi all’eterno desiderio di potere, bramosia e controllo ossessivo.


 

Papalote

h. 01.25 – Papalote
(2017, Messico , Uziel Perez, 13’, V.O. con sott. it.)

In seguito ad una punizione insolita, Tomás, 10 anni, scopre di essere diventato un essere umano. Questa punizione si rivelerà essere il dono più prezioso della sua vita. La sua Libertà.


 

The Winkles

h. 01.38 – The Winkles
(2017, Francia, Alice Vial, 24’, V.0. con sott. it.)

A Brignogan-Plages, la trentenne Zoé lavora con il padre Guy nel suo bar "Les Bigorneaux". In seguito alla morte prematura della madre, Zoé si è sempre data da fare occupandosi di tutto in prima persona. La sensazione di nausea e vertigini che inizia ad avvertire un giorno spezzerà la sua routine quotidiana.


 

Millelire

h. 02.02 – Millelire
(2017, Italia, Vito Cea, 18’, V.0. con sott. eng.)

Gianni è il protagonista di una storia di solitudine, abbandono, alienazione sociale e famigliare come tante ce ne sono in quei paesini del sud Italia, dove l’opinione della gente ha la meglio perfino sull’amore e gli affetti.